Traduci

giovedì 14 aprile 2016

Io, profugo siriano in Italia , vi chiedo:


Ormai parlare della questione dei rifugiati mi pare la moda del nostro periodo attuale.
Tanti vogliono strumentalizzare le nostre ferite aperte, i media italiani e internazionali non fanno che parlare dei profughi . … Giusto che tutti parlino, ma giusto pure trovare una soluzione a questa grave ferita, perchè non serve parlare solo di buoni sentimenti e di accoglienza verso questi profughi, senza dire come possiamo realmente aiutarli.

Vorrei dire: Basta guerre, basta buonismo banale, basta sfruttare i poveri rifugiati che scappano dalla morte, che scappano dai campi dei profughi in Turchia.
Qualcuno si è chiesto come un siriano vive nei campi dei profughi in Turchia? O come viene trattato un cristiano?
Allora perchè l'Europa dona tutti questi miliardi al governo di Erdogan?
Nonostante i grossi rischi che affrontano i profughi lungo il loro viaggio, la politica europea è servita a bloccare il loro arrivo?

Ringrazio il Signore che sono riuscito ad andare via della Siria con la mia famiglia con visto regolare, e sono venuto in Italia, e tutto questo grazie a un gruppo di amici che mi hanno aiutato ed accolto con amore ed amicizia, e ci hanno fatto sentire che siamo importanti e siamo degli esseri umani.
Io quindi non vi posso raccontare che sentimenti prova il siriano cristiano quando si butta nel mare, sperando di arrivare alla meta sicura .
Non posso raccontarvi i sentimenti di un profugo che vive ora dentro una tenda in Grecia o in Macedonia, in attesa di raggiungere il nord dell'Europa, ma io posso capire la sua angoscia, la sua rabbia perchè sicuramente aveva detto a se stesso prima di intraprendere questa avventura: "In Europa troverò il rispetto, troverò una buona vita", ma lui poverino non ha capito che l'Europa non lo vuole e sarà usato, come gli stessi europei sono usati dai politici.
A me pare disumano sfruttare i sentimenti del popolo europeo ed i sentimenti dei profughi a favore di scopi politici.

 Se si vuole risolvere veramente il problema dei profughi occorre
1- sbloccare l'embargo sulla Siria perchè ha fatto solo impoverire il popolo siriano.
2- se l'Europa non può accogliere questi numeri di profughi, allora si impegni a migliorare la vita nei campi dei rifugiati vicini alla patria.
3- lavorare seriamente con gli altri Paesi regionali (Iran- Turchia ) ed internazionali (Russia, USA) a spingere i gruppi che combattono in Siria a negoziare, ed usare un linguaggio lontano dalle armi.
4- chiedere ai loro amici Sauditi di bloccare l'insegnamento radicale, perchè il fanatismo ed il radicalismo fanno crescere solamente l'odio.
5- aiutare il popolo siriano, senza ficcare il naso, a scegliere e decidere la sua strada, perchè la democrazia la fa il popolo.
6- aiutare i siriani a ricostruire il loro paese.  

Samaan Daoud , siriano cristiano temporaneamente esule) in Italia

Quello che succede a Lesbo in queste ore... :

Nessun commento:

Posta un commento

Inserisci il tuo commento. Lo vaglieremo per la sua pubblicazione. Grazie

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.