Traduci

giovedì 14 novembre 2013

MONS. NAZZARO (ALEPPO): "STIAMO FACENDO SOFFRIRE UN POPOLO INTERO"



“Le ultime notizie di cui sono in possesso risalgono a quattro giorni fa. Ad Aleppo mancano acqua, luce, gasolio, benzina. La popolazione si sta preparando a trascorrere un altro inverno con il freddo o il gelo, perché la temperatura scende sotto lo zero”. 

Monsignor Giuseppe Nazzaro, vescovo emerito di Aleppo, ospite in questi giorni della parrocchia della cattedrale di Crema, racconta così al Sir la situazione nella città siriana, tra le più martoriate in questo conflitto. Il motivo? “I terroristi impediscono che gli approvvigionamenti arrivino in città”. 

Non usa mezzi termini il presule per denunciare questo stato di cose: “Mi domando chi ha voluto e continua a volere che si arrivasse a ciò. Tutto il mondo si deve porre la questione e dare una risposta. Stiamo facendo soffrire un popolo intero; le famiglie sono sradicate dalle proprie case. E i profughi aumentano: per quanto ne so, fino a novembre 2012 a Lampedusa o sulle spiagge della Sicilia non arrivavano profughi siriani. Siamo noi stessi che abbiamo creato i profughi, con le armi vendute ai terroristi”. 

Mons. Nazzaro punta l’indice anche contro la propaganda dei media: “Trovo inammissibile che ci accontentiamo delle fandonie che ci propinano certe televisioni e certi giornali, la realtà è un’altra. Si stanno ammazzando due fronti, l’opposizione che aveva chiesto le riforme non esiste più. Oggi in Siria ci sono terroristi che provengono da 80 Paesi. A questi interessa vendere le armi e lasciano che avvenga la distruzione”. 

“Finita la tragedia - aggiunge il vescovo - dopo aver svuotato gli arsenali e dato lavoro alle proprie industrie, si presenteranno per ricostruire la Nazione. Con la fattura da pagare: se il denaro non sarà disponibile, sistemeranno i conti portando via quello che troveranno, petrolio o gas che sia. Se non ci sarà nessuna risorsa, il popolo lavorerà come schiavo. Questa - conclude - io la chiamo neocolonizzazione”.

da : S.I. R.  13 Novembre 13

http://www.agensir.it/sir/documenti/2013/11/00274295_siria_mons_nazzaro_aleppo_stiamo_facendo_.html

Pioggia di proiettili su Aleppo: 13 novembre 2013


 Due giorni fa i terroristi hanno preso di mira le scuole e i quartieri cristiani a Damasco,  oggi tre  missili anti-aerei Hawn  hanno colpito i quartieri cristiani di Aleppo .

Due missili caduti su al- Filat una zona vicino alla Chiesa del Santo Profeta Elia e l'altro di fronte alla Chiesa caldea .
Il terzo missile è esploso sulla stazione di Baghdad , vicino al fiume, all' angolo di via Albissat ... si registrano vari feriti e martiri .... 

E via di seguito per tutto il giorno... 

http://www.leveilleurdeninive.com/2013/11/pluie-dobus-sur-alep.html


APPELLO DI PAPA FRANCESCO A "COMBATTERE LE VERE BATTAGLIE : PER LA VITA! MAI PER LA MORTE!".  IL RICORDO DEI BAMBINI UCCISI A DAMASCO DAI MORTAI DEI TERRORISTI SULLE SCUOLE CRISTIANE 


UDIENZA .13 NOVEMBRE 2013
"Ho appreso con grande dolore che due giorni fa, a Damasco, colpi di mortaio hanno ucciso alcuni bambini che tornavano da scuola e l’autista dell’autobus. Altri bambini sono rimasti feriti. Per favore che queste tragedie non accadano mai ! Preghiamo fortemente ! In questi giorni stiamo pregando e unendo le forze per aiutare i nostri fratelli e sorelle delle Filippine, colpiti dal tifone. Queste sono le vere battaglie da combattere. Per la vita! Mai per la morte!"

Nessun commento:

Posta un commento

Inserisci il tuo commento. Lo vaglieremo per la sua pubblicazione. Grazie

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.