Traduci

mercoledì 16 gennaio 2013

La "Primavera Araba" di Aleppo

Cari amici, 
Soltanto un paio di righe per raccontarvi che stiamo bene però che sono già tanti i giorni senza elettricità, senza telefono né collegamento a internet. Abbiamo perso il conto dei giorni senza questi servizi! 
Fa tanto freddo e in questi giorni addirittura ha iniziato a nevicare.

Ieri è esplosa una bomba alla Università di Aleppo, molto vicino a casa nostra. Le vittime e i feriti sono stati tante. Ricordatevi di loro nelle vostre preghiere.

Vi lasciamo un caro saluto e vi chiediamo che continuiate a pregare perché la guerra finisca.

Padri e Suore missionari IVE ad Aleppo.

È salito ad almeno 82 morti accertati e a oltre 160 feriti il bilancio del duplice attentato dinamitardo che in pieno giorno ha colpito l'Università di Aleppo, massima istituzione culturale nella Siria settentrionale: lo ha reso noto il governatore della seconda città siriana, Mohamed Wahid Akkad, il quale ha confermato che le esplosioni sono state due. Sembra siano avvenute in un'area intermedia tra i dormitori studenteschi e la sede della facoltà di Architettura. "È stato un attacco terroristico, che ha preso di mira gli studenti nel loro primo giorno di esami", ha aggiunto Akkad. Dopo mesi di furibondi combattimenti quotidiani, il confronto tra lealisti e insorti nella capitale economica del Paese è giunto a un punto morto, e ciascuna fazione ne controlla soltanto una parte: l'ateneo si trova comunque nel territorio presidiato dall'Esercito governativo

http://www.avvenire.it/Mondo/Pagine/siria-bombe-a-università-aleppo.aspx


Nessun commento:

Posta un commento

Inserisci il tuo commento. Lo vaglieremo per la sua pubblicazione. Grazie

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.