Traduci

giovedì 21 marzo 2013

Un grido da Damasco

Lettera di un amico siriano

Damasco, 20 marzo 2013
Buongiorno carissimi miei amici in Italia,
non ho potuto stare cosi tiepido davanti a quello che l'Occidente sta preparando per noi.

Mi sento molto deluso da quegli atteggiamenti che la Francia e UK proclamano. Come fanno queste due Nazioni ad armare i Ribelli contro il Governo siriano? Io non voglio difendere nessuno, ma so una cosa sola: che la democrazia e la liberta' non viene applicata con la violenza.

Gli esempi sono tanti che riguardano la democrazia esportata da voi occidentali (Iraq, libia, Tunisia, Sudan, Egitto, Afganistan...).

Io vi do la risposta: perche da sempre voi Occidentali pensate di essere superiori agli altri e parlate di liberta', di umanita', di democrazia ma alla fine siete voi che fatte le guerre in tutto il mondo. Date uno sguardo a tutto l'universo, dove c'è una guerra c'è sempre l'Occidente (Iraq-Afganistan-Somalia-Nigeria-Libia-Siria-Tunisia...)

Lasciateci in pace, non vogliamo la vostra pieta', il vostro aiuto, non avete succhiato sangue sufficiente... l'inchiostro dei libri di storia e' ancora fresco e parla delle vostre colonie e dei massacri che avete combinato in Oriente, e nel nord africano.

Algeria ha donato un milione di martiri e si e' liberata nel 1962, pure la Tunisia.

Perche dobbiamo noi pagare la fattura dei vostri interessi?

Io sono d'accordo con tutti che il regime in Siria non è democratico. ma io non dimentico che mi ha dato scuole gratis, pane, strade, lavoro, sanita', Gas, Gasolio.... e adesso quasi non c'è niente di questo o manca quasi tutto. Il debito della Siria era quasi Zero. Il dollaro costava prima 47 lire, oggi 115 lire siriane.
Mi potete dire quanto è oggi il debito d'Italia (più di 2000 miliardi di Euro).

Posso sapere allora la democrazia da voi cosa ha servito? ma posso capire una cosa: che l'Occidente spinge a fare una guerra nella zona per risolvere i suoi problemi economici (vedi la prima e la seconda guerra mondiale).

Ieri i vostri Ribelli (dopo che la Francia ha detto che lei manda armi ai ribelli) hanno lasciato un missile con una carica chimica in una zona alleata al Governo siriano presso la zona di Aleppo: sono morte fino ieri sera 26 persone.

La cosa più stupida che l'Occidente ha detto pur di difendere i loro ribelli: " noi non abbiamo prove che i ribelli abbiano fatto questo ".

Ormai la maschera e' caduta e stiamo vedendo il vero volto dell'Occidente.

I siriani per voi sono solamente un numero. ma devo dirvi che questo numero si sta alzando in modo da fare paura (70 mila morti).

Sono d'accordo che non sono morti nelle vostre mani, ma sono morti con le vostre armi ed il vostro permesso.

Ormai in Siria e' arrivato altro tipo di turismo, e proviene da tutto il mondo (Francia-Inghelterra- Cecenia-Afganistan-Libia-Tunisia-Giordania-Egitto-Marocco-Cina-Yemen-Arabia Saudita- Qatar-Kuait-Iraq...): cercano il paradiso e le vergini.

Chiedo scusa per queste dure parole, ma da noi si dice: "chi prende i colpi sulla propria pelle non come quello che sta a contarli".

Qua stiamo soffrendo per colpa di tanti, ma purtroppo siete una parte importante di questo coro.

Vi auguro Buone Feste Pasquali: la festa pasquale in Siria continua e Cristo lo stiamo mettendo sulla croce ogni giorno, ma prima o poi la gioia della Risurrezione ci sara'.

Buona Pasqua. 
Samaan

24 MARZO: GIORNATA DI PREGHIERA IN TUTTO IL MONDO PER LA PACE IN SIRIA 


ORA PRO SIRIA  ADERISCE A QUESTO INVITO: 

La Chiesa dell'unità cristiana - 
Chiesa di "Gesù la luce del mondo"  Al-Kassa  di Damasco 

 invita i cristiani di tutto il mondo  a partecipare alla preghiera nel giorno di Domenica 24\3\2013 per la pace in Siria

"E con la vostra presenza il cielo sara' colmo di gioia ... e il Signore Dio ascolterà ... e La pace si realizzera'..... perche Lui e' Buono e la sua Misericordia dura in eterno".

Nessun commento:

Posta un commento

Inserisci il tuo commento. Lo vaglieremo per la sua pubblicazione. Grazie

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.