Traduci

mercoledì 16 gennaio 2013

Ultime, tristi, notizie dalle Monache Carmelitane di Aleppo



Mercoledì 16 Gennaio 2013 ore 15

        Infine, Internet è tornato dopo due settimane di sospensione ...
Ultime notizie, molto tristi. Ieri, due esplosioni violente si sono verificate appena fuori del Carmelo (per chi conosce il sito, si trova all'incrocio di fronte al Convento di Gesù Operaio prima delle suore di Madre Teresa e del Vescovado latino). Per noi, il danno è abbastanza significativo: una cinquantina di finestre rotte e vetri quasi interamente andati. Nella cappella, le due finestre ai lati del tabernacolo si sono rotte e il grande cancello di ferro dell’ingresso letteralmente strappato e gettato dentro. Abbiamo trovato pietre dappertutto, anche nei chiostri in basso. Grazie a Dio, noi abbiamo avuto solo un lavoratore che lavorava con noi in casa che è rimasto ferito e ustionato. Ci auguriamo che  non sia troppo grave. Noi non sappiamo ancora il numero delle vittime o la causa dell'attacco. Siamo profondamente ferite. Grazie per pregare con noi per tutte le vittime.!

          Ultime notizie : ore 16 del pomeriggio

Infine: l'attentato è stato rivendicato da un gruppo di "Qa'ida" proprio nel giorno in cui avrebbe dovuto iniziare la sessione degli esami universitari ...
Sarebbero due missili inviati sull'Università. Il numero delle vittime sale a oltre 200, con innumerevoli feriti. L’ Università ospitava un gran numero di famiglie sfollate, c'è una gran folla in questo quartiere, oltre agli studenti.
Una grande prova per le nostre sorelle vicine di « Jésus Ouvrier » : una delle sorelle, suor Rima (anni quaranta) è scomparsa. Dovrebbe essersi trovata di fronte al convento al momento dell'esplosione. Ma non c'è modo di trovare alcuna traccia di lei, né tra i morti né tra i  vivi. Questo è un colpo molto duro per tutti noi che ci sconvolge, tanto più che le Sorelle avevano già dovuto lasciare un altro convento di Aleppo, nel quartiere povero e pericoloso di Midan (e tutto ciò che c’era nella casa è stato devastato...) ; e ormai erano solo in due al « Jésus Ouvrier », non avendo potuto aprire quest'anno il pensionato delle studentesse. Suor Paola poverina piange tutte le lacrime che ha in corpo .... Ha dovuto rifugiarsi nella casa delle nostre vicine, le Suore del Verbo Incarnato.
 

              Carissimi amici,
              Ci scusiamo per questa lettera collettiva, ma questo è l'unico modo per noi di arrivare a voi .... prima della Quaresima che sarà ben presto quest'anno! Siamo molto "handicappate" per le interruzioni di corrente e la connessione internet! Per più di una settimana sono stata bloccata,  ed ero già in ritardo! E non c'è ancora internet. Ho tuttavia preparato questo messaggio per ringraziarvi tutti per le vostre preghiere ferventi per la Siria e per la nostra comunità. Siamo molto toccati da quanto prendete a cuore la nostra prova. Questa è una grande consolazione per noi. E credetemi, la nostra gratitudine va a ciascuno di voi personalmente. Perciò coloro che ci hanno scritto ci perdoneranno di non rispondere in modo personale. Nella nostra preghiera, hanno tutti e ciascuno un posto molto speciale!

 -Troverete allegata una circolare che vi darà qualche notizia di qui. Da allora, la situazione purtroppo non è migliorata, ma noi vorremmo mantenere la speranza ....

                Grazie per continuare a portarci nel vostro cuore e nella preghiera. Questo è il più grande aiuto che ci potete offrire. Vi presentiamo i nostri migliori auguri per un santo anno nella Fede e nella Speranza (senza dimenticare la Carità che le unisce  e illumina!)

                Sr A-Françoise de la Nativité, a nome della Priora e di ciascuna

11 commenti:

  1. A Vicenza (Italy) stiamo pregando per sr Rima...
    Non perdiamo la speranza di riabbracciarla.

    Le sue consorelle italiane

    RispondiElimina
  2. PREGHIAMO CON VOI , CARE SORELLE, PER SUOR RIMA, E PERCHE' LA SUA VITA OFFERTA PER LA SIRIA SIA SEME DI PACE E DI RICONCILIAZIONE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sorelle di Kalisz18 gennaio 2013 09:25

      ci uniamo alla preghiera le sorelle Dorotee di Kalisz polonia

      Elimina
  3. Carisseme sorelle Dorotee misionarie nell mondo intero, ci sentiamo tutte in torno ai Sacratissimi Cuori di Gesú e di María insieme al nostro amattisimo Padre Fondatore per implorare del Signore misericordi e perdono per tutti questi attentati nell mondo. Ci sentiamo tutte sorelle in questo momento dificile. Con tatto affetto le sorelle del Messico.

    RispondiElimina
  4. Vi siamo vicine con la nostra continua preghiera perche il Signore dia tanto coraggio, forza in questo terribile momento.
    Il nostro Fondatore ripete a tutte le sue figlie: Andate vere apostole della croce io vi accompagno.
    Sr.Paola senti le tue sorelle vicine...non ti dimentichiamo
    Le comunita delle suore dorotee di Romania

    RispondiElimina
  5. Ogni giorno preghiamo per voi e per le nostre sorelle: il Signore vi sostenga nella fede e vi doni speranza e coraggio in questo dolorosa prova.
    Sentiteci vicine! la comunità delle Suore dorotee di san Bonifacio - Verona

    RispondiElimina
  6. Porgo le mie condoglianze, sono vicina a voi nella sofferenza e nel dolore, assicuro la mia preghiera.Carissima Suor Paola sentimi vicina con l'affetto e con l'amore di una sorella. Con affetto, Suor Gaetana Grandi.

    RispondiElimina
  7. Comunita di Casa Sacro Cuore - Vicenza22 gennaio 2013 20:48

    Le sorelle di Casa Sacro Cuore (Vicenza) sono vicine a sr Paola, a tutte le sorelle di Terra Santa e ai famigliari di sr Rima in questo momento di dolore e sofferenza.
    Imploriamo da Dio, per intercessione del Beato Giovanni Antonio Farina e Santa Maria Bertilla, il dono della pace.

    RispondiElimina
  8. Ci sentiamo vicine a Suor Rima, alle consorelle in Siria e a tutta la comunità delle Dorotee sparse nel mondo. Le nostre preghiere possano sostenervi nella continua testimonianza evangelica.

    Cristiana e Barbara Chiarini e fam.

    RispondiElimina
  9. Unite nella preghiera le sorelle delle comunità presenti in Calabria

    RispondiElimina
  10. Grazie per la testimonianza che continuate a dare a noi ed alla popolazione siriana.Vi tengo nel cuore e nelle mie preghiere.GRAZIE.

    RispondiElimina

Inserisci il tuo commento. Lo vaglieremo per la sua pubblicazione. Grazie