Traduci

venerdì 12 dicembre 2014

Un piccolo gregge. Maaloula. Siria.


Piccolo gregge ... questa la condizione che il Signore ha scelto per la presenza cristiana nei Paesi arabi. Da secoli piccolo gregge. In Siria questa condizione è più chiara che mai, oggi che quel piccolo gregge è attaccato da lupi feroci. Così quella piccola realtà cristiana, così lontana e diversa da quelle che frequentiamo di solito, appare più cara e più prossima di altre. A questa realtà appartiene Maloula, uno sperduto villaggio arroccato su remote pendici nel quale, dolce memoria, si parla ancora l'aramaico, la lingua di Gesù. 

  Di questo remoto villaggio abbiamo accennato spesso. Di come sia diventato bersaglio della follia sanguinaria che abita in Siria solo perché abitato da gente che recita il Padre Nostro usando le stesse parole di Gesù. Di come alcuni dei loro abitanti abbiano reso testimonianza al Signore e al mondo facendo dono della loro povera vita. Una testimonianza di grazia stupenda, che riempie il cuore di commozione e gratitudine.
Ed è anche in questa gratitudine che nasce la piccola iniziativa accennata in precedenza sul sito, volta a dare un qualche aiuto alla comunità cristiana di Maloula, tornata numerosa al proprio villaggio dopo che le truppe di Damasco l'hanno liberata dai feroci tagliagole che l'affliggevano. Si era pensato di offrire alle singole famiglie del paesino una pecora, così da alleviare la loro indigenza e aiutare il ritorno a una vita normale (per quanto possibile in un teatro di guerra continua).  Ci è stato suggerito dal sacerdote responsabile di Mar Sarkis di fare altrimenti, per evitare possibili equivoci o disparità (nel caso non fossimo riusciti a trovare una pecora per ogni famiglia), ovvero regalare un gregge che, gestito dalla cooperativa locale, distribuisca i ricavati e i benefici (latte, formaggio, lana) gratuitamente a tutti gli abitanti del villaggio.


Piace l'idea di questo piccolo gregge e speriamo che i lettori di queste righe possano aiutarci allo scopo, sostenendo economicamente e con le loro preghiera questa iniziativa. Confortano, in questo senso, alcune prime adesioni: una guida turistica della Sagrada Familia, a Barcellona, che ha subito donato di cuore appena ha saputo;  la vivace risposta di una parrocchia di Firenze e dell'amico Berlicche; come la pronta adesione da diversi lettori del nostro sito. Ma forse la cosa più commovente è l'iniziativa di alcuni bambini, che hanno pensato di realizzare e vendere dei loro lavoretti per poter contribuire....

L'iniziativa, quella dei bambini di una scuola di Lecco, si chiama "Per Natale, un agnello per Gesù". Già, per Gesù. «Ogni volta che avete fatto queste cose a uno solo di questi miei fratelli più piccoli l'avete fatto a me», dice il Signore nel suo Vangelo. In aramaico, la lingua di Maloula.
Ringraziamo di cuore quanti vorranno aderire a questa proposta.
Coordinamento Nazionale per la Pace in Siria

http://www.siriapax.org/

Nessun commento:

Posta un commento

Inserisci il tuo commento. Lo vaglieremo per la sua pubblicazione. Grazie