Traduci

giovedì 6 marzo 2014

La Chiesa sofferente e orante di Damasco riceve la Grande Quaresima




Damasco , 3 marzo 2014



La Chiesa che soffre di Damasco ha celebrato, il 3 Marzo 2014, l'inizio della Grande e Santa Quaresima, nel primo giorno chiamato "Lunedi del Monaco".
 Infatti, i cristiani  un tempo salutavano  i monaci che erano presso di loro e che, in quel giorno, lasciavano i villaggi per recarsi nei deserti e grotte della regione, per fare ritorno il Sabato di Lazzaro e celebrare la Domenica delle Palme e Settimana Santa.       
Diverse parrocchie hanno celebrato questo "Lunedi del Monaco" intorno a mezzogiorno, consumando insieme il piatto popolare chiamato Moujadara (lenticchie e riso), cotto in enormi recipienti.       

Sua Beatitudine il Patriarca Gregorios III ha celebrato il "Lunedi del Monaco" nel villaggio Jdeidit Artouz, vicino a Damasco, dove si sono rifugiate  persone di diverse regioni della Siria, molte delle quali suoi parenti di Daraya. Il parroco, padre Dott. Abboud  Chehade ha invitato i suoi parrocchiani ad accogliere il Patriarca, che ha presieduto la celebrazione della Ora sesta (Sesta), in ricordo della Passione di Cristo, che continua nella sofferenza del popolo siriano.       
Nel suo sermone, il Patriarca ha presentato la sua lettera di Quaresima, intitolata "La grazia del digiuno." Poi, Sua Beatitudine ha visitato la scuola materna della parrocchia e poi ha condiviso il pasto tradizionale quaresimale con i parrocchiani: insalate e Moujadara.
       Molte parrocchie hanno celebrato questo "Lunedi  del Monaco", allo stesso modo, offrendo la  Moujadara a circa 5.000 persone.       
Al Patriarcato, SER Kyr Joseph Absi, arcivescovo vicario patriarcale, ha presieduto una breve preghiera e il pasto di Moujadara offerto da IMAC (presieduto da Ghassan Talab) a circa 500 bambini e giovani.        

Vale la pena ricordare gli ingredienti cucinati nelle pentole giganti: Lenticchie  (50 kg), riso (45 kg), cipolle (20 kg), olio d'oliva (16 litri), olio di girasole (16 litri), cavolo (40 kg), limoni (  20 kg) .
  
Lunedì sera, nelle nostre parrocchie si è  iniziato a celebrare il bell' Ufficio quaresimale della  Grande Compieta, che è conosciuto sotto il nome di una delle sue invocazioni: " Dio Potente, sii con noi".

Ringraziamo il Signore che la Chiesa sofferente di  Damasco diventi la Chiesa orante  per 40 giorni, culminando nella Settimana Santa.  Siamo orgogliosi  che la Chiesa di Damasco si distingua per la sua partecipazione agli Uffici durante la Santa Quaresima. Quasi ogni giorno, quasi tutte le nostre chiese sono pressochè piene.      
 La Chiesa sofferente a Damasco si trasforma in migliaia di mani in preghiera che invocano il Signore per le vittime della guerra, della violenza e del terrore, la pace, la sicurezza, la riconciliazione, l'amore, la stabilità e la fine delle sofferenze di milioni di sfollati, disabili, di feriti, di coloro che sono in lutto.       

Così la Chiesa di Damasco e la Chiesa di tutta la Siria continuano il loro cammino di croce, senza lasciare che  la fiamma della speranza si spenga nei cuori e nelle anime dei loro fedeli, come raccomandato da Sua Santità Papa Francesco, chiamandoci a mantenere "il coraggio della preghiera."       
La Chiesa di Damasco e di tutta la Siria avanza  con coraggio, fede, speranza e carità per la sua strada di croce durante questa Santa Quaresima, nella speranza che risplenda su tutti  i suoi cittadini, in tutte le regioni, l'alba della pace e della risurrezione, e augura a tutti una buona e santa Quaresima.       

 Sua Beatitudine ha elaborato un piano di visite alle parrocchie dell'Eparchia Patriarcale di Damasco durante questo tempo di Quaresima, per incontrare i  sacerdoti e i fedeli. Ad ogni visita, il Patriarca pronuncerà un sermone sulla Quaresima.       
Rapporti e fotografie di queste visite quaresimali saranno pubblicati per accompagnare i parrocchiani nelle loro speranze e dolori, le loro preghiere per la pace nella nostra amata Siria, in Terra Santa, nel Medio Oriente e nel mondo.

http://www.pgc-lb.org/fre/news_and_events/view/Damascus-suffering-and-praying-Church-begins-Great-and-Holy-Lent

Nessun commento:

Posta un commento

Inserisci il tuo commento. Lo vaglieremo per la sua pubblicazione. Grazie