Traduci

giovedì 11 ottobre 2012

Le due Sirie - da "Terra!" 8 ottobre 2012

Durante la trasmissione "Terra!" di Rete4 del 8 ottobre 2012 è andato in onda un bel servizio di Gian Micalessin, con un reportage interessante e veritiero ricco di interviste anche a religiosi e alle Monache Trappiste italiane di 'Azeir.
Pubblichiamo  il video di una parte del servizio, ed inseriamo alcune immagini e brani delle interviste, tratti dal video.

http://www.youtube.com/watch?v=FVnE9m5-EJ0&feature=youtu.be


Mons. Audo (Presidente Caritas Siria): "Abbiamo l'impressione che l'Europa non prenda in considerazione la presenza dei cristiani. All'Europa interessa l'economia, la sicurezza... Non si può scambiare così la fede, non si può comprare, e lasciare.... Non è una moda, è una questione di vita e di morte per noi".


Padre Ignace Dick: " Non è gente che viene qui per liberarci... I cristiani non sono certo d'accordo con il regime su tutto, ma per il momento questo regime è una diga contro il terrorismo e l'islamismo intransigente.


Voi avete un'idea completamente falsa, falsa, falsa. Tutti i mezzi di informazione raccontano il falso, c'è una grande menzogna alla base di tutto. Il regime non può essere cambiato con la forza; il regime esiste, e per il momento bisogna dialogare con lui. I Paesi occidentali non possono imporci un cambio di regime: non sono affari loro".
 
 Suor Marta: " Sei i ribelli passassero, il nostro villaggio cristiano maronita sparirebbe. Nel giro di mezz'ora direbbero ai cristiani: "O con noi, o ve ne andate".
 Suor Marita: " Dove sono arrivati, i mussalahin non hanno ammmazzzato i cristiani, hanno semplicemente detto: "O state con noi, e allora potete rimanere; o altrimenti ve ne andate".
 "Condividiamo la realtà di questa terra insanguinata, ed è per noi un motivo ancora più grande per pregare".
 "Il fatto che possa diventare pericoloso per la vita non è la cosa più importante. Anche per i nostri fratelli di Tibhirine non era questa la cosa più importante:
la cosa più importante è il dono di sè."




Nessun commento:

Posta un commento

Inserisci il tuo commento. Lo vaglieremo per la sua pubblicazione. Grazie