Traduci

lunedì 16 luglio 2012

In Siria , nel silenzio, una presenza accanto alla gente

Servizio del TG2 del 16 luglio '12
http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-09e004c2-6bde-4e1e-bc43-867d4a1c08b4.html


Guerra civile a Damasco. Nunzio apostolico: si prevedono giorni bui
Mons. Mario Zenari racconta la tensione vissuta dalla popolazione. Da due giorni la capitale è teatro di scontri fra ribelli e guardia repubblicana, costati 64 morti. La testimonianza delle suore del monastero di Azeir (Homs) segno di speranza per cristiani, alawiti e sunniti.
"In alcune aree di Damasco, come in molti villaggi della Siria - spiega - la presenza di maroniti, cattolici e ortodossi favorisce la riconciliazione fra la fazione alawita e i musulmani sunniti. A ciò si aggiungono le testimonianze di diversi religiosi che hanno scelto di restare a fianco della gente e condividere con loro i dolori e il dramma della guerra, nonostante i rischi". Il prelato cita la testimonianza di cinque suore cistercensi (trappiste) italiane di Azeir (Homs), piccolo villaggio vicino al confine con il Libano. "La presenza delle religiose - afferma - è un segno di speranza per gli abitanti dei villaggi limitrofi che considerano il monastero un luogo di pace che aiuta ad affrontare gli orrori della guerra".
http://www.asianews.it/notizie-it/Guerra-civile-a-Damasco.-Nunzio-apostolico:-si-prevedono-giorni-bui-25312.html

Nessun commento:

Posta un commento

Inserisci il tuo commento. Lo vaglieremo per la sua pubblicazione. Grazie